martedì 28 settembre 2010

Come investire nel brevetto giusto!

Investire in un brevetto è po' come comprare un immobile. Chi cerca casa valuta una serie di elementi quali esposizione, dimensioni, la strada dove è situata, ecc, ecc... Allo stesso modo chi acquista un brevetto pone attenzione ad una serie di elementi fondamentali.
Questi dipendono dalle esigenze del compratore. Ad esempio, se si compra allo scopo di lanciare sul mercato un prodotto nuovo, è importante svolgere una ricerca brevetti quanto prima possibile, per identificare le debolezze del brevetto ed evitare una trattativa svantaggiosa.

Per prima cosa identificate la giuristizione dove il brevetto è valido.
I brevetti, infatti, sono dei diritti concessi dai governi, limitati dal paese che li concede. Un brevetto concesso dalla Repubblica Italiana, ad esempio, è valido sul territorio italiano, ma non serve a nulla in Francia. A questo scopo si deve identificare la famiglia di brevetti*.

Una volta nota la famiglia di brevetti, conviene fare l'analisi solo di quei brevetti che hanno valore nelle giurisdizioni dove noi vorremmo lanciare il prodotto. A questo scopo è necessaria una ricerca dello stato giuridico. Questa viene di solito condotta da esperti in ricerca brevettuale, anche se in realtà potrebbe essere svolta da chiunque gratuitamente online**.
Volendo di nuovo paragonare un brevetto ad un immobile, la ricerca dello stato giuridico di un brevetto corrisponde un po' a quando, prima di comprare una casa, chiamiamo un avvocato per controllare se il contratto e le carte catastali sono in ordine. La ricerca dello stato giuridico ci permette di di capire quando un brevetto è in vigore, in attesa di concessione o in fase d'opposizione e di conoscere la durata di validità del brevetto. Quest'ultimo elemento è importante per valutare il valore di un brevetto. Nessuno infatti comprerebbe un brevetto la cui validità si esaurisce tra sei mesi. Bisogna aggiungere, inoltre, che oggigiorno tutti questi aspetti possono essere esaminati online senza spesa***.

Un altro elemento al quale chi acquista brevetti presta attenzione sempre più, è controllare che il brevetto sia forte, cioè in grado di reggere una causa brevettuale contro la concorrenza. Proprio come nessuno comprerebbe una casa piena di crepe, sul punto di cadere al prossimo temporale, nessuno compra un brevetto che rivendica cose ovvie e già note in precedenza. Per questo è necessaria una ricerca d'anteriorità, come ampiamente spiegato in questo blog.

Un ultimo punto su cui prestare attenzione ai diritti concessi a terzi. Esattamente come quando nessuno comprerebbe una casa gravata da onere ipotecario, bisogna controllare sempre se il brevetto non violi i diritti di un altro. Una volta un imprenditore comprò un brevetto e non si accorse che il vecchio proprietario era in causa con un terzo. Sei mesi dopo il (nuovo) proprietario perse la causa e il valore del suo brevetto andò in fumo.

Suggerimento finale: questi punti potrebbero essere anche analizzate dagli inventori per vendere il proprio brevetto. Seguendo questi consigli, si acquista sicurezza nei confronti delle aziende presso le quali si vuole vendere il brevetto. Fornendo loro prontamente tutte le informazioni necessarie, si potrà più facilmente convincere di avere un prodotto di qualità e conquistare la fiducia del compratore. 

*Brevettare Facile, Ed. Finanze & Lavoro, 2010, pagg. 16-19.
**Brevettare Facile, Ed. Finanze & Lavoro, 2010, pagg. 164-174.
***Brevettare Facile, Ed. Finanze & Lavoro, 2010, pagg. 182-187.

2 commenti:

  1. Salve, vi suggeriamo la seguente pagina Facebook riguardante Brevetti e Invenzioni: https://www.facebook.com/toinventinventions

    RispondiElimina
  2. dopo avere depositato la domanda di brevetto, mi è arrivato il report che dice: non è brevettabile in quanto i claims da 1-4 non sono nuovi, mentre il claim 5 costituisce novità.
    Cosa consigli di fare?
    Grazie ciao

    RispondiElimina